Recensioni sul web, croce o delizia?

Avete un locale ed avete avuto una recensione? Questo articolo può essere di vostro interesse.

A cura di Moderatamente.it, una interessante analisi rivolta ai gestori di esercizi pubblici (ma anche ai vostri clienti), nella complessa era delle recensioni online.

E’ giusto esprimere opinioni sul web ?
E se è giusto, è utile ?

L’articolo che vi segnaliamo, primo di una serie di appuntamenti settimanali,  cerca di rispondere a queste e tante altre domande sul mondo della presenza web di un’azienda, nell’epoca social.
Il web ha una potenzialità straordinaria, ma nasconde più di una insidia: seguite i prossimi articoli che   vi consiglieranno come muovervi al meglio nell’intricato mondo fatto di like, twit, follow e reviews.

Leggi l’articolo Recensioni sul web, croce o delizia? su Moderatamente.it

i-Diots: dipendenza da smartphone?

I ragazzi di Big Lazy Robot realizzano sempre dei video di notevole impatto, e che spesso fanno parlare di sè.

Anche stavolta non sono stati da meno, con questa interpretazione, probabilmente non così divertente, ma senz’altro interessante dal punto di vista realizzativo e di trasmissione del messaggio,  della dipendenza da smartphone, e dell’omologazione che ne può derivare.

Da guardare con una buona dose di ironia e un  pizzico di autoindulgenza: i realizzatori affermano:
“Don’t take the message too seriously. This is a promo video we’ve done to laugh at ourselves. We all have an i-diot inside, and it’s so fun!”

Altri video di BLR su Vimeo

IDIOTS from BLR_VFX on Vimeo.

Generatore di password

Con il proliferare dei servizi web, tutti siamo sempre alle prese con registrazioni di nuovi account, e spesso il punto davanti al quale molti di noi si fermano è: che password scelgo?

Posto che conosciamo tutti le  regole di base per la scelta di una buona password, col crescere degli account può venire a mancare la fantasia per la creazione di una nuova.

Per chi non fosse sicuro di ricordare le regole di base, facciamo un riepilogo delle principali:

  • Evitare parole presenti nei dizionari
  • Evitare nomi di figli, animali domestici, personaggi famosi
  • Evitare di usare la stessa password per più servizi (se importanti, soprattutto)
  • Evitare le date di nascita, proprie, dei propri figli, ecc.
  • Modificare spesso le password
  • Non lasciare le password in vista, tipo attaccate con un post-it al monitor
  • Creare password lunghe, e con un misto di caratteri maiuscoli, minuscoli, numeri, simboli

Una volta definita la “forza” che vogliamo dare alla nostra password, ci possono venire in aiuto i vari servizi gratuiti che si trovano online per la sua generazione.

Uno di questi, che trovo molto utile, è passwordsgenerator.net. Permette di creare passwords del livello di complessità desiderato:

– da 5 a 128 caratteri
– comprese maiuscole / minuscole oppure no
– compresi numeri / simboli oppure no
– escludere  i caratteri simili (come la i e la l)

Da adesso non dovrete più preoccuparvi di dover inventare nessuna password 🙂

 

 

Spesometro: proroga fino al 31.01.2014

Con un comunicato stampa del 7.11, pubblicato questa mattina sul sito dell’Agenzia delle Entrate, è stata disposta la proroga dell’invio dello spesometro relativo alle operazioni 2012.

Nuovo spesometro via Entratel fino al 31 gennaio 2014 –
Gli operatori economici che devono effettuare la comunicazione delle operazioni
rilevanti ai fini Iva relative all’anno 2012 – previste entro il 12 novembre 2013 (per chi effettua la liquidazione mensile) ed entro il 21 novembre 2013 per tutti gli altri – hanno più tempo per effettuare l’invio dei dati attraverso il canale comunicativo Entratel, che rimarrà aperto fino al 31 gennaio 2014. Entro lo stesso termine si potranno inviare anche gli eventuali file che annullano o sostituiscono i precedenti invii.”

La notizia sul sito Entrate.it

L’iva passa dal 21% al 22%

Da domani, 1° ottobre 2013, salvo disposizioni e approvazioni dell’ultima ora, entra in vigore l’aumento dell’aliquota IVA ordinaria dal 21% al 22%, poiché non è stato ulteriormente prorogato il termine fissato dall’art. 40, comma 1-ter, del DL 6 luglio 2011, n. 98 (già differito al 1° ottobre ad opera dell’art. 11 del DL n. 76/2013).

Per gli utenti CgWeb è stata predisposta una pagina con le istruzioni su come effettuare l’adeguamento della aliquota, a questo indirizzo: cgweb.biz/help/cambio_aliquota_iva.

Per gli utenti che non hanno ancora migrato da Cg30 a CgWeb ricordo che al 31.12.2013 cesserà il supporto a Cg30, e che pertanto è necessario considerare il cambio di programma entro tale data, contattateci per pianificare la migrazione.

 

Numerazione fatture: Agenzia Entrate chiarisce

L’Agenzia delle Entrate ha tolto le castagne dal fuoco ai contribuenti riguardo le modifiche annunciate sulla numerazione delle fatture: non cambia niente rispetto a prima.

Dopo la riscrittura dell’art. 21 del DPR 633/72 (fatturazione delle operazioni) dovuto  all’adeguamento della normativa IVA nazionale alla direttiva UE sull’univocità della numerazione delle fatture emesse, si è generato il prevedibile disorientamento in fase di applicazione pratica della norma.

Fortunatamente una risoluzione della Agenzia delle Entrate ha provveduto a chiarire il punto esplicitando, in buona sostanza, che non è obbligatorio modificare la numerazione delle fatture così come le abbiamo sempre fatte, in quanto anche la data di emissione (elemento indispensabile della fattura) concorre a determinare, assieme al numero progressivo, l’univocità del documento.
E’ tuttavia facoltà del contribuente scegliere di adottare una numerazione progressiva continua (sia considerando come numero 1 la prima fattura del 2013, che considerando come numero 1 la prima fattura del 2012) per tutto l’arco di attività dell’azienda.

Citiamo dalla risoluzione:
“Peraltro, qualora risulti più agevole, il contribuente può continuare ad
adottare il sistema di numerazione progressiva per anno solare, in quanto
l’identificazione univoca della fattura è, anche in tal caso, comunque garantita
dalla contestuale presenza nel documento della data che, in base alla lettera a)
del citato articolo 21, costituisce un elemento obbligatorio della fattura.”

La risoluzione della Agenzia delle Entrate 1/E del 10 gennaio 2013 (pdf).

WP Under construction

Un utilissimo plugin per wordpress per chiudere il sito quando è in fase di sviluppo: i visitatori troveranno una pagina “coming soon”, ma loggandosi al pannello di amministrazione gli sviluppatori potranno visualizzare correttamente il sito.

Il plugin è gratuito e si scarica da qui.

WordPress Child Theme

Mettendo un po’ in ordine il mio sito (che era fermo da secoli e sembrava proprio abbandonato) ho avuto modo di apprezzare la versatilità del tema Twentyeleven, che viene con l’attuale versione di WordPress. Molto bello, si va online in cinque minuti, rappresenta senz’altro il miglior rapporto tra tempo impiegato e qualità del risultato.
Ma mi mancava qualcosa. La sidebar negli articoli, dov’è?

Trovo in rete qualche appello per riavere la sidebar, e poi googlando un po’ scopro l’esistenza dei child themes.

Un child theme è un tema che eredita le funzionalità di un altro tema, chiamato il tema principale, e consente di modificare, o aggiungere, la funzionalità di quel tema genitore. Occorre semplicemente creare una cartella “tema” ed inserire solo le variazioni che desideriamo applicare al tema “genitore”.

Una soluzione rapida ed efficace, semplicissima da applicare, e in altri 5 minuti abbiamo la nostra sidebar anche negli articoli.

Un child theme preconfezionato e minimissimo (e mirato alla sidebar) si può trovare qui  futurewebblog.com